SEO Checklist: 16 Task Mensili per Tenere sotto Controllo le Performance

da Giacomo Cioja

L'ottimizzazione per i motori di ricerca non è un progetto una tantum. Se non tieni sotto controllo le performance SEO e non cerchi di migliorare costantemente, il tuo sito non rimarrà competitivo nei risultati organici; perderai posizioni, click e vendite nei confronti dei tuoi competitor.

I prossimi 16 task ti aiuteranno a focalizzarti sugli elementi base da tenere sotto controllo con cadenza almeno mensile.

Verifica la salute del tuo sito

1. Naviga il tuo sito. E' sempre consigliabile partire con una scansione dell'intero sito, perché non c'è nulla di meglio per avere una panoramica completa della situazione. E questo perché all'apparenza potrebbe sembrare che nulla è cambiato, ma esistono molti elementi che impattano la SEO e che non sono subito visibili. Cerca URL che non esistono più, nuove, diverse rispetto a prima così da tenere l'intero albero di navigazione del sito in buono stato. Utilizza Screaming Frog per questo task.

2. Verifica i metadata. La scansione ti fornirà anche utili informazioni sullo stato dei metadata, in riferimento a title, meta description, heading, canonical, robots e molto altro.

3. Verifica eventuali errori e correggili. Cerca tutte le pagine che non hanno restituito lo stato "200 OK" e verifica che nel caso non debbano veramente più esistere, sia stato attivato correttamente il reindirizzamento. Utilizza sia Screaming Frog che il report di scansione di Google Search Console.

4. Verifica la sitemap XML e il robots.txt. Controllare questi file che determinano il modo col quale il tuo sito viene indicizzato è molto importante, in quanto devi essere certo di aver dato il permesso o meno ai contenuti del tuo sito che intendi far indicizzare o meno. Per verificare lo stato della tua Sitemap puoi anche utilizzare l'apposita sezione di Google Search Console.

5. Verifica i backlink. Devi cercare di ottenere un report sui link provenienti da altri siti e controllare quanti link di bassa qualità stai ricevendo. E' naturale averne alcuni, ma se sono troppi rischi che Google ti penalizzi. In questo caso devi cercare di eliminare questi link di bassa qualità.

Analizza le performance

6. Misura le performance dei vari canali. In base ai tuoi obiettivi e alla KPI che hai impostato, misura con continuità gli indicatori di performance dei canali naturali.

7. Analizza con cura le pagine che hanno elevata variazione di traffico. Almeno una volta al mese, guarda in dettaglio le pagine che hanno elevate variazioni in positivo o in negativo del traffico. Cerca di identificare quali elementi hanno portato ad un aumento del traffico e cerca di diffonderli nell'intero sito.

8. Verifica i risultati delle precedenti ottimizzazioni. Qualsiasi ottimizzazioni in ottica SEO che hai apportato al sito deve essere monitorata, così da verificare se sta portando risultati positivi. Nel caso, apporta ulteriori modifiche.

9. Tieni sotto controllo i migliori siti referral. Verifica i siti che ti stanno portando più traffico. Puoi, tu o un tuo addetto stampa, instaurare una partnership con tali siti per aumentare ulteriormente il traffico?

10. Analizza le performance cross-channel. Gestisci le performance di argomenti in trend attraverso la ricerca a pagamento e i canali social. Cerca opportunità di acquisti pubblicità in situazioni nelle quali la SEO non sta ottenendo buoni risultati e ottimizza la pubblicità nelle situazioni in cui il rapporto costo/click non è positivo. I dati provenienti dai social e dalle ricerche devono essere analizzati insieme così da identificare trend da sfruttare al meglio.

11. Identifica i competitor nelle ricerche. Quali siti sono posizionati con le parole chiave che ti interessano? Il loro posizionamento è cambiato? Cosa stanno facendo per migliorare la loro situazione che puoi copiare? Quali siti li linkano e quali contenuti hanno creato per ottenere tali link?

12. Monitora Google Search Console. Praticamente ogni pagina di Google Search Console contiene informazioni utili per la SEO. Leggi con attenzione ogni messaggio e ogni report che ti viene fornito alla ricerca di qualsiasi elemento negativo da sistemare o positivo sul quale andare a potenziare la tua azione.

Guarda al futuro

13. Pianifica le ottimizzazioni del prossimo mese. Determina quali pagine hanno il migliore potenziale di crescita in traffico organico e vendite basandoti sui dati raccolti, le ricerche e le priorità aziendali. Pianifica sia chi farà le cose che quando verranno fatte. Infine segnati quanto fatto per effettuare una verifica il mese successivo.

14. Il marketing deve lavorare a stretto contatto con la SEO. Se non hai accesso al calendario delle attività di marketing e promozionali, cerca con tutte le tue forze di ottenerlo. Le loro campagne e attività promozionali devono essere accompagnate da un'attenta attività SEO, così da massimizzare i risultati attesi.

15. Aggiorna le parole chiave. Questo è un task più a cadenza trimestrale, perché il trend sulle keyword non varia di norma sul mese. Ma è comunque utile fare un'analisi anche su base mensile, perché ci sono alcuni elementi (per esempio festività, piuttosto che nuovi prodotti o campagne pubblicitarie) che meritano la tua attenzione in ottica SEO.

16. Confrontati sugli argomenti che emergono dal customer care. Ogni giorno il personale di supporto riceve una quantità enorme di materiale informativo preziosissimo relativo a cosa i clienti vorrebbero o non vorrebbero. Utilizza tali informazioni per creare nuovi contenuti o migliorare quelli già esistenti.

Lascia i tuoi commenti

Posta commento come visitatore

0
I tuoi commenti sono soggetti a moderazione da parte degli amministratori.
termini e condizioni.
  • Nessun commento trovato